none
Uscita posta spedita

    Domanda

  • Stiamo configurando CRM Dynamic per la ns. organizzazione.
    L'accesso al CRM è previsto per 5 persone.
    Installazione OK su WServer 2008
    Non utilizziamo Exchange e quindi abbiamo installato il Router e-mail.
    Non abbiamo installato il Router per Outlook.
    Installazione router OK con creazione di un profile di uscita via SMTP
    Il server SMTP indicato è un smtp.gmail.com. Modificate le anagrafiche utenti di conseguenza.
    Il test di verifica accesso da esito positivo.

    Nel momento in cui spediamo mail da CRM vengono regolarmente registrate sull'account ma non vengono spedite.
    Dopo un certo numero di tentativi il CRM indica la mail non spedita nella lista delle attività da svolgere.

    Domanda:
    Come possiamo verificare che le impostazioni del Router siano corrette ?

    Grazie
    venerdì 18 settembre 2009 07:10

Risposte

Tutte le risposte

  • Ciao,

    vedi se questo video può esserti utile per verificare di aver seguito correttamente tutti gli step:

    http://video.mikelu.org/emailrouterpop3/emailrouterpop3.html

    Fammi sapere.

    Saluti

    Giorgio

    venerdì 18 settembre 2009 12:06
    Moderatore

  • Ciao Giorgio, ciao "SolPro"

    Non entro nel merito del flusso email interno al CRM ma mi soffermo su quello che, secondo me, potrebbe essere un problema

    Se l'invio delle emails viene effettuato tramite uno "smarthost" (il server di google/gmail) e se tale server non è "autorizzato" all'invio dei messaggi per conto del dominio mittente, tali messaggi potrebbero essere considerati "spam" dai riceventi e trattati di conseguenza, ossia ... eliminati o (più normalmente) rifiutati dal server destinatario

    Bisogna tener presente che, qualunque sia l'origine di un dato messaggio email, questo deve essere inviato seguendo alcune ben precise "regole"; in caso contrario si dovrà correre il rischio che tali messaggi vengano considerati "spam" (posta indesiderata) e che (peggio), il server mittente di tali messaggi (no, non gmail, il VOSTRO) possa essere considerato una fonte di spam con il risultato che, qualsiasi messaggio inviato da tale server, indipendentemente dal contenuto dello stesso, potrebbe essere catalogato come spam e scartato/rifiutato

    La cosa è tanto più vera nel caso di un CRM che può inviare emails a "terze parti" che ovviamente avranno i propri mail servers ed i propri sistemi di filtraggio; a quel punto si rischia di danneggiare l'intera catena di comunicazione semplicemente perchè, vuoi per ignoranza, vuoi per leggerezza, si sono prese alla leggera le direttive che regolano il traffico e-mail

    L'ideale, in questo come in altri casi, è far seguire ai messaggi da inviare lo stesso "percorso" di quelli che vengono inviati usando un normale client e-mail, se ad esempio l'azienda ha un proprio server di posta che è preposto alla ricezione ed all'INVIO delle emails, sarà necessario configurare il CRM per usare tale server e NON un server terzo


    lunedì 21 settembre 2009 13:24
  • Andrea,

    in particolare non è questo il caso dal momento che nel CRM si utilizzano account di posta elettronica esistenti, banalmente è come se la mail la stesse inviando l'utente utilizzando un client diverso che in questo caso è il CRM stesso.

    D'accordo con te sul "giusto flusso"... che è un grande male di Internet oggi.

    Attendiamo news da SolPro sulla risoluzione del suo caso. Grazie per il tuo post! ;)


    Giorgio
    mercoledì 23 settembre 2009 11:33
    Moderatore
  • Ciao Giorgio

    Facendo riferimento al post iniziale, "SolPro" dice di aver creato un profilo di uscita tramite SMTP indicando come server SMTP quello di gmail... ora, va benissimo... a patto che il server di gmail sia "autorizzato" all'invio di emails per conto del dominio mittente, in caso contrario le emails potranno anche venire accettate dal server di gmail, ma verranno sistematicamente rifiutate da qualsiasi destinatario che abbia in essere un sistema antispam decente

    Se 10 o più anni addietro era possibile impostare un "qualsiasi SMTP" ed iniziare ad inviare messaggi e-mail, ad oggi, "grazie" anche all'aumento esponenziale del traffico spam, la cosa non solo è sconsigliabile ma rende tale invio, nel migliore dei casi inaffidabile dato che la maggioranza delle emails inviate verranno probabilmente rifiutate dal destinatario come spam

    L'ideale in questo particolare caso sarebbe verificare su altri clients email quale sia il server SMTP utilizzato per l'invio di messaggi per quel particolare dominio ed impostare poi lo stesso server anche nel profilo SMTP usato dal CRM
    mercoledì 23 settembre 2009 15:14
  • Sono d'accordo ;-) ma non viene solo indicato un "generico" SMTP, ma devi inserire anche indirizzo email, username e password.... altrimenti confermo 100% la tua tesi!

    Saluti


    Giorgio
    giovedì 24 settembre 2009 12:46
    Moderatore
  • esatto... "indirizzo email" ora... supponiamo che l'indirizzo email indicato abbia un dominio diverso da "gmail.com" ma che sia (es.) quello dell'azienda e supponiamo che il dominio dell'azienda pubblichi un record SPF a quel punto i servers di "gmail" NON sarebbero "autorizzati all'invio per conto del dominio" il che significa che le emails potrebbero venir rifiutate dai destinatari; come vedi la questione non è proprio semplice dato che i fattori in gioco sono diversi :)
    venerdì 25 settembre 2009 16:58